YOGA

HATHA YOGA

YOGA significa stato di armonia, e HATHA significa energia solare e lunare, le due forze che sono presenti nel corpo umano. Queste due forme di energia control­lano tutte le funzioni del corpo umano. Esse sono responsabili della nostra attività motoria, dei nostri processi psichici e di tutta la nostra esistenza fisica e mentale. Quando vi è disarmonia tra esse insorge ogni forma di malattia, di inquietudine e di agitazione; quando, invece, vi è armonia tra esse, si stabilisce e si consolida la pace interiore e la buona salute. Mediante la pratica, queste due energie vengono equili­brate. E’ una pratica che tutti possono seguire discende da un’antichissima disciplina, che comprende differenti correnti, ma tutte hanno un solo scopo: la totalità dell’uomo.

Questa disciplina è originaria dell’India, anche se oggi è molto diffusa in occidente, dove, noi occidentali non siamo abituati ad ascoltarci, e soprattutto, presi come siamo ad ascoltare gli stimoli esterni, non riusciamo a sentire i messaggi che ci invia il nostro corpo. Praticare Yoga è un valido metodo per portare la mente alla concentrazione, per rilassarsi e per avere un equilibrato stato fisico e mentale, per prevenire e anche curare vari disturbi. Questa pratica (spesso definita erroneamente come semplice ginnastica) è una disciplina che ci può aiutare a ritrovare il nostro equilibrio psicofisico Agisce sul corpo e sulla psiche in maniera profonda, riportando l’equilibrio dove questo è venuto a mancare.

 

PER INIZIARE

Per iniziare la pratica serve:

Vestirsi con indumenti comodi va bene una tuta da ginnastica meglio se di materiale non sintetico

Un telo da stendere sul tatami, deve essere ruvido per non fare scivolare mani e piedi durante l’esecuzione delle posture.

Una coperta leggera per coprirsi durante il rilassamento.

Le posture devono essere praticate a stomaco vuoto, mezzora dopo la pratica si può mangiare moderatamente.

Indicazioni generali:

Yoga è essenzialmente una pratica, ecco perché una persona che legge solamente libri non imparerà mai cosa essa sia.

Non iniziare la seduta yoga con l’idea di un risultato, qualunque esso sia, i risultati verranno da se, con la costanza e la pratica.

L’atmosfera che si crea nella “SALA YOGA” è creata dagli stessi praticanti che si influenzano a vicenda.

Entrando, lasciate con le scarpe tutti i vostri problemi, mantenere il silenzio e la concentrazione E’ YOGA.

Non eseguire le posture dopo essere stati al sole per lungo tempo o dopo sforzi intensi.

I principianti devono mantenere le posture per poco tempo, ed aumentare gradualmente la durata.

Durante le posture gli occhi sono semichiusi e devono essere diretti verso la punta del naso. La concentrazione oculare rinforza gli occhi e facilita la concentrazione.

In tutte le asanas respirare attraverso il naso, bilanciando l’inspirazione e l’espirazione. La ritenzione del respiro và praticata solo su precisa indicazione dell’insegnante.

Tra una postura e l’altra, rilassare tutti i muscoli, compresi i facciali.

La lezione termina sempre con un rilassamento prolungato.